Protesi fissa

Protesi fissa

La protesi fissa viene fissata agli elementi pilastro con la cementazione e non può essere rimossa dal paziente.
Tali elementi se si ancorano sul dente o radice residuo vengono definiti corone, se poggiano sui denti adiacenti (opportunamente limati) con il fine di ripristinare denti mancanti sono detti ponti, e se sono applicati su impianti inseriti nell'osso sono definiti protesi su impianti.

Protesi fissa o mobile... cosa scegliere?

Il modo più semplice, rapido ed economico per trattare protesicamente un danno estetico e masticatorio è quello di realizzare una protesi mobile (ovvero removibile).
Presa l’impronta della bocca edentula, si procede in laboratorio alla realizzazione della protesi, mantenendo il più possibile colore e forma dei denti originali circostanti. Seguendo le indicazioni del medico sull’utilizzo, la pulizia e gli accorgimenti sulla masticazione la protesi durerà nel tempo senza perdere qualità e bellezza.

Protesi fissa o mobile... cosa scegliere?


Ovviamente in compensazione al prezzo economico, esistono alcune problematiche che è opportuno tenere in considerazione:
• Il paziente dovrà togliere la protesi dopo ogni pasto e pulirla al meglio
• Il paziente dovrà fare attenzione alla masticazione, evitando di forzare e addentare cibi “duri”
• Il paziente dovrà sempre considerare il “rapporto sociale” perché potrebbero esserci in alcune condizioni, spostamenti imbarazzanti e problemi di fonetica.
In definitiva questa è una soluzione semplice ed economica, ma sicuramente da un comfort basso.

Lo stesso caso può essere risolto con una protesi fissa appoggiata su impianti.
I tempi di cura si allungano (se non è possibile effettuare il carico immediato) e l’intervento diventa più invasivo, ma a fronte di queste considerazioni è importante valutare che:
• Il paziente non dovrà mai staccare la protesi per pulirla, ma potrà lavare i denti “finti” alla stessa condizione di quelli “veri”
• Il paziente non dovrà fare attenzione a ciò che mangia in quanto la capacità masticatoria è equivalente ai denti naturali
• Il paziente non dovrà preoccuparsi del distacco accidentale, in quanto la protesi è fissa e quindi non si muove.
In definitiva questa rappresenta la soluzione ideale per un ripristino completo della capacità masticatoria, del fattore estetico e psicologico del paziente.

Durante la prima visita gratuita, i nostri medici ti aiuteranno a decidere la soluzione ottimale che dipende anche dal numero di denti mancanti. Fatte le considerazioni cliniche, valuterai la scelta anche in base alle tue disponibilità economiche, considerando pagamenti con finanziamenti a tasso agevolato.

Protesi mobile

Protesi mobile

Quando non è possibile installare una protesi fissa la soluzione è la protesi mobile o semi fissa.
La protesi semi fissa è una protesi è installata parzialmente su denti esistenti e la parte mobile viene tolta solo per motivi di igiene orale.
Le protesi mobili possono essere di tipo totale o parziale e il materiale con il quale vengono costruite varia in base alle caratteristiche del paziente.
A dimostrazione di serietà e qualità, garantiamo su tutte le protesi una garanzia di 5 anni su difetti di fabbricazione inoltre al termine delle cure, viene rilasciato un certificato di conformità che attesta la provenienza dei manufatti protesici.

Protesi fissa o mobile... cosa scegliere?

Il modo più semplice, rapido ed economico per trattare protesicamente un danno estetico e masticatorio è quello di realizzare una protesi mobile (ovvero removibile).
Presa l’impronta della bocca edentula, si procede in laboratorio alla realizzazione della protesi, mantenendo il più possibile colore e forma dei denti originali circostanti. Seguendo le indicazioni del medico sull’utilizzo, la pulizia e gli accorgimenti sulla masticazione la protesi durerà nel tempo senza perdere qualità e bellezza.

Protesi fissa o mobile... cosa scegliere?


Ovviamente in compensazione al prezzo economico, esistono alcune problematiche che è opportuno tenere in considerazione:
• Il paziente dovrà togliere la protesi dopo ogni pasto e pulirla al meglio
• Il paziente dovrà fare attenzione alla masticazione, evitando di forzare e addentare cibi “duri”
• Il paziente dovrà sempre considerare il “rapporto sociale” perché potrebbero esserci in alcune condizioni, spostamenti imbarazzanti e problemi di fonetica.
In definitiva questa è una soluzione semplice ed economica, ma sicuramente da un comfort basso.

Lo stesso caso può essere risolto con una protesi fissa appoggiata su impianti.
I tempi di cura si allungano (se non è possibile effettuare il carico immediato) e l’intervento diventa più invasivo, ma a fronte di queste considerazioni è importante valutare che:
• Il paziente non dovrà mai staccare la protesi per pulirla, ma potrà lavare i denti “finti” alla stessa condizione di quelli “veri”
• Il paziente non dovrà fare attenzione a ciò che mangia in quanto la capacità masticatoria è equivalente ai denti naturali
• Il paziente non dovrà preoccuparsi del distacco accidentale, in quanto la protesi è fissa e quindi non si muove.
In definitiva questa rappresenta la soluzione ideale per un ripristino completo della capacità masticatoria, del fattore estetico e psicologico del paziente.

Durante la prima visita gratuita, i nostri medici ti aiuteranno a decidere la soluzione ottimale che dipende anche dal numero di denti mancanti. Fatte le considerazioni cliniche, valuterai la scelta anche in base alle tue disponibilità economiche, considerando pagamenti con finanziamenti a tasso agevolato.

Protesi scheletrata

Protesi scheletrata

Quando non è possibile l’installazione di protesi specifiche si procede alla realizzazione di una protesi acrilica mobile con base in metallo. L’adesione della protesi alla mascella si realizza usando attacchi in metallo sul dente pilastro.

Overdenture

Overdenture con barra protesica su impianti

L’overdenture è la soluzione ideale per un paziente con la mascella edentula (senza denti); è composta da attacchi di precisione avvitati su impianti che si innestano in una parte secondaria all’interno della protesi stessa. È la soluzione ideale come sostituto protesico, data la grande praticità per il paziente.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca "Leggi". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.